Mese: ottobre 2015

Città perdute

30014

Dov’era nascosta la mia città?

E i grandi edifici di pietra fredda?

Dov’erano i lunghi viali rivolti al tramonto,

le eleganti vetrate ricamate d’argento,

i placidi fiumi di mercurio?

Dov’era il sole di sabbia riflesso negli specchi

E il vento, e il calore?

Dov’erano allora le preghiere degli uomini

l’erba tagliata, i colori pastello?

Dov’era nascosta la città bianca d’incanto?

Sono uscito un mattino e non l’ho più trovata.

Subacqueo

sea-waves

Ho vissuto mille anni in fondo all’oceano

e lunghe passeggiate a lume di candela

dove non c’è giorno, non c’è notte,

non oggi, non domani, non mai.

Mondo subacqueo

di onde sulle spalle, di sole blu fluido,

dimenticati i suoni e l’eco, ossigeno in bolle.

Da quel giorno non ho più pianto.