EDEN

2014000075

Sulla tomba di Eva.

Adamo: Ovunque ella fosse, là era l’EDEN.

Un giorno camminavo per mercatini natalizi e un’amica di dice: vieni qua, regalano libri! Il libro che mi trovai tra le mani era “Il diario di Adamo ed Eva” di Mark Twain. Breve storia in chiave ironica dell’assoluta distanza tra l’universo maschile e femminile superata dall’ancestrale necessità di avere un legame.

Dal diario di Adamo (primo giorno): Questa nuova creatura dai lunghi capelli comincia a darmi fastidio. Mi è sempre tra i piedi e mi segue dappertutto…oggi è nuvoloso, con vento da est, penso che pioverà, qui da noi…Noi? Dove ho pescato questa parola? Ora ricordo…La usa la nuova creatura.

Dal diario di Eva (sullo stesso giorno): Per tutta settimana l’ho seguito cercando di fare conoscenza. Ho dovuto parlare sempre io perché lui era timido; io però non mi sono data per vinta. Sembrava contento di avermi vicina, e ho usato molto spesso il “noi”, che è così socievole, perché pareva lusingato al vedersi incluso.

E così via fino alle pagine finali di una bellezza disarmante rese ancora più intense con il passaggio dal tono ironico a un pensieroso/malinconico. Avanti così fino alla frase finale, capolavoro assoluto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...